Come Disdire la Disdetta Sindacale

Il sindacato può essere utile in molte situazioni, ma non tutti sono soddisfatti dall’operato di queste istituzioni.

Vi siete resi conto che il sindacato a cui siete iscritti, e a cui offrite una parte del vostro stipendio ogni mese, non vi rappresenta, non fa nulla, o, peggio ancora, è dalla parte dell’azienda invece che dalla vostra? In questo caso avete la possibilità di dare disdetta alla vostra tessera sindacale, con effetto immediato.

Dare disdetta, interrompendo i prelievi mensili dalla vostra busta paga, è molto semplice, è sufficiente far pervenire all’ufficio amministrativo della vostra azienda una lettera con cui dichiarate di voler recedere la delega all’ azienda di conferire i contributi sindacali. La lettera può essere consegnata a mano oppure inviata per raccomandata con ricevuta di ritorno.

Di seguito riportiamo un Fac-simile, un testo molto semplice, che potete utilizzare facendo copia incolla su una pagina di word vuota:

Spett.le …

e.p.c. Spett.le ….

Oggetto: Disdetta conferimento contributi sindacali

Il sottoscritto/a ……. dipendente presso …. , con la presente sono a comunicarVi la mia intenzione di annullare l’iscrizione all’ Organizzazione Sindacale ….., con decorrenza dal …..

Distinti saluti

In fede ….

In alternativa è possibile scaricare questo modello di disdetta sindacato dal sito Disdette.net e compilarlo con i propri dati.

La procedura per disdire la tessera sindacale risulta essere quindi molto semplice.

Come Lavorare in Buitoni

Visitando il sito ufficiale Buitoni, avrete la possibilità di scopre le nuove ed innovative ricette, consultare consigli degli esperti e accedere all’area lavora con noi. Buitoni è un’azienda attiva da tantissimi anni nel settore dell’alimentazione, solitamente cerca candidati per le varie sedi italiane, soprattutto operai e addetti alla ristorazione.

Il cuore delle ricerca e dello sviluppo di Buitoni si trova tra le colline toscane di Sansepolcro, all’interno di una villa suggestiva che è il Centro Ricerca e Sviluppo internazionale. Buitoni fa parte del gruppo Nestlè dal 1988 e da quel momento la multinazionale svizzera ha ristrutturato la villa.

Chi ogni giorno chef esperti inventano e sperimento con dedizione nuove ricette, nel completo rispetto della tradizione italiana ma anche delle nuove tendenze culinarie. Casa Buitoni è dotata di una cucina sperimentale e di un impianto pilota, dove esperti dei processi industriali, chef e nutrizionisti lavorano fianco a fianco a una prima industrializzazione dei prodotti.

Lo Chef Enrico Braganti, che ha collaborato con i più importanti cuochi ed esperti della gastronomia italiana, si occupa insieme al suo team dell’ideazione e realizzazione di nuove ricette in collaborazione con Valentina Cecconi, Specialista in Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione.

Lavorare in Buitoni è possibile, visto che la ricerca è sempre valida. Basta visitare il sito ufficiale di Nestlè per avere tutte le informazioni su come candidarsi in maniera spontanea.

Come Lavorare in Poste Italiane

Poste Italiane è una grande azienda italiana che, come tutti sanno, si occupa della gestione dei prodotti – lettere, raccomandate, pacchi – e crea un legame con tutto il territorio italiano.

L’azienda può contare, ad oggi, su un numero abbastanza elevato di dipendenti – all’incirca oltre 150.000 dipendenti tra uomini e donne, che investono diversi ruoli – ed è in continua crescita ed espansione, alla continua ricerca di nuovi profili da inserire nel proprio organico.

Lavorare alle Poste Italiane è da sempre considerata un’opzione interessante, anche se ad oggi le cose non sono esattamente come un tempo, quando si poteva entrare in azienda ed avere subito un contratto a tempo indeterminato.

La mobilità lavorativa e le ultime vicende di crisi e di cambiamento nella situazione politica e lavorativa italiana hanno fatto in modo che l’azienda dovesse adeguarsi alle nuove direttive, pertanto, chi oggi volesse lavorare alle Poste deve essere consapevole del fatto che sarà molto difficile ottenere un contratto di lavoro fisso a tempo indeterminato.

Oggi si va molto avanti a suon di stage, contratti a tempo determinato oppure contratti di apprendistato, anche se vi sono più posizioni aperte rispetto ad un tempo.

Per candidarsi a lavorare alle Poste Italiane, occorre collegarsi al sito Internet delle poste e cliccare nella sezione Lavora con noi Poste Italiane, a questo punto, è possibile registrarsi al sito ed inserire il proprio curriculum vitae, o aggiornare i propri dati di tanto in tanto se si è già iscritti al sito.

L’azienda esaminerà il vostro profilo, e se corrispondente con le sue posizioni aperte vi ricontatterà per un colloquio conoscitivo.

Concludendo il primo passo da compiere se volete lavorare alle Poste è visionare la pagina Poste Italiane Lavora con Noi e inviare la propria candidatura.

Come Funziona il Coworking

Oggi parliamo di coworking, per far chiarezza sul termine e, perché no, portare i lati positivi in superficie di quello che ormai viene definito il lavoro del futuro. Avete mai sentito parlare di questa possibilità? Avete mai preso in considerazione la possibilità di lavorare in coworking?
Ti piacerebbe lavorare in autonomia, senza il capo sempre pronto a puntare il dito contro di te? Lavorare in proprio è il sogno di molti giovani, ma purtroppo, le spese spesso sono insostenibili per una persona che ha deciso di lanciarsi in questa avventura.

Ecco che arriva in soccorso il coworking. In pratica condividerai un ufficio con tanti altri professionisti, abbattendo così i costi della gestione, ma mantenendo la tua indipendenza lavorativa.

Scegliere il coworking può essere davvero la migliore cosa per il lavoratore freelance. Puoi continuare a svolgere la tua attività professionale in autonomia, riuscendo però ad ampliare la tua rete di conoscenze nel settore, lavorando con altri professionisti.
Avviene uno scambio di sapere e si annulla il problema dello “stress tra le pareti domestiche” che tanti liberi professionisti che lavorano autonomamente sentono. In tutti i lavori è importante lo scambio di idee e alcuni progetti possono essere sviluppati in gruppo, così da migliorare anche il business.

Sono molte le strutture già attive sul territorio italiano, persone che sono capaci di collaborare tra loro senza capi e padroni, ma spinti solo dal desiderio di ridurre le spese, condividere, ampliare la propria rete sociale in uno specifico ampio e migliorare il rendimento da un punto di vista lavorativo.

Come Presentare le Proprie Offerte su Groupon

Groupon è un portale innovativo presente in internet e che offre tutti i giorni la possibilità di acquistare deal a prezzi ridotti, come pranzi e o cene, trattamenti di benessere, abbonamenti di palestra ed altro ancora. Le offerte sono limitate nel tempo e devono essere colte al volo.

Ci sono diversi modi di invitare le persone alle offerte del sito Groupon. In ogni offerta, detta anche Deal ci sono dei collegamenti che si possono utilizzare per avvisare utenti mediante social network, come Twitter e Facebook oppure mediante posta elettronica. Ovviamente bisogna essere iscritti ai social network per poter usare la funzione collegata a Gorupon, che consente anche di guadagnare al primo acquisto fatto dalle persone contattate.

Una volta che il proprio link è stato selezionato e cliccato dagli utenti contattati, essi verranno diretti ad una nuova pagina del sito Groupon, in cui sarà possibile acquistare l’offerta Deal in questione. Gli utenti contattati dunque dovranno solo cliccare sul tasto “compra subito” e creare il loro account. Non appena gli utenti contattati compreranno il loro primo Deal, dopo 7 giorni dall’acquisto si riceverà il proprio guadagno direttamente sul tuo conto personale del sito Groupon. In caso di problemi è comunque possibile contattare Groupon per chiarimenti.

Il credito è valido per due mesi dalla sua attivazione. Nel proprio conto, nell’area “il mio credito”, si potrà tenere sotto controllo la validità del credito. Il credito sarà utilizzabile su tutte le offerte o Deal di Groupon e verrà scalato direttamente dall’importo da pagare. Se il tuo credito vale più del costo del Deal, la differenza potrà essere riutilizzata per il Deal successivo, sempre entro il periodo di validità.