Il sindacato può essere utile in molte situazioni, ma non tutti sono soddisfatti dall’operato di queste istituzioni.

Vi siete resi conto che il sindacato a cui siete iscritti, e a cui offrite una parte del vostro stipendio ogni mese, non vi rappresenta, non fa nulla, o, peggio ancora, è dalla parte dell’azienda invece che dalla vostra? In questo caso avete la possibilità di dare disdetta alla vostra tessera sindacale, con effetto immediato.

Dare disdetta, interrompendo i prelievi mensili dalla vostra busta paga, è molto semplice, è sufficiente far pervenire all’ufficio amministrativo della vostra azienda una lettera con cui dichiarate di voler recedere la delega all’ azienda di conferire i contributi sindacali. La lettera può essere consegnata a mano oppure inviata per raccomandata con ricevuta di ritorno.

Di seguito riportiamo un Fac-simile, un testo molto semplice, che potete utilizzare facendo copia incolla su una pagina di word vuota:

Spett.le …

e.p.c. Spett.le ….

Oggetto: Disdetta conferimento contributi sindacali

Il sottoscritto/a ……. dipendente presso …. , con la presente sono a comunicarVi la mia intenzione di annullare l’iscrizione all’ Organizzazione Sindacale ….., con decorrenza dal …..

Distinti saluti

In fede ….

In alternativa è possibile scaricare questo modello di disdetta sindacato dal sito Disdette.net e compilarlo con i propri dati.

La procedura per disdire la tessera sindacale risulta essere quindi molto semplice.

Come Disdire la Disdetta Sindacale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *